Le indagini degli organismi di vigilanza nei luoghi di lavoro

In materia di salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori nell'esercizio dei loro compiti, una funzione importante è affidata dalla legge a enti pubblici di controllo (organismi di vigilanza) e, in particolare, all'ispettorato del lavoro.

Di seguito sono brevemente illustrate le principali attività di controllo previste dal nostro ordinamento, al fine di fornire un “quadro” di riferimento agli operatori(datori di lavoro e professionisti).

Procedure amministrative
Gli ispettori del lavoro, ai sensi dell’art. 64 del decreto del presidente della repubblica 19 marzo 1956, n. 303, “Norme generali per l’igiene del lavoro”, hanno facoltà di visitare, in qualsiasi momento e in ogni parte, i luoghi di lavoro e le relative dipendenze, di sottoporre a visita medica il personale occupato, di prelevare campioni di materiali o prodotti ritenuti nocivi,
e altresì di chiedere al datore di lavoro, ai dirigenti, ai preposti e ai lavoratori le informazioni che ritengano necessarie per l’adempimento del loro compito, in esse comprese quelle sui processi di lavorazione.

L'articolo completo è disponibile qui, a pagina 17 - Rivista il Commerci@lista Marzo/Aprile 2018

I commenti sono chiusi