WHAT WENT WRONG – ANALISI DEGLI INCIDENTI NELLE ATTIVITÀ IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI (DPR 177/2011)

AMBIENTI CONFINATI: WHAT WENT WRONG

ANALISI DEGLI INCIDENTI NELLE ATTIVITÀ IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI (DPR 177/2011)

Il Seminario WHAT WENT WRONG - ANALISI DEGLI INCIDENTI NELLE ATTIVITÀ IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI (DPR 177/2011) intende fornire strumenti concettuali e operativi utili alla migliore comprensione dei problemi connessi alle attività svolte in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, anche attraverso l’analisi di alcuni eventi incidentali occorsi in Italia e all’estero.

WEBINAR - 8 ore 

ISCRIVITI

AMBIENTI CONFINATI - WHAT WENT WRONG: LA TEMATICA

Gli spazi confinati o sospetti di inquinamento presentano rischi particolari. I lavoratori che qui operano, infatti, si trovano collocati in ambienti certamente difficili: spesso ristretti, faticosi da raggiungere, con condizioni problematiche di entrata e uscita o in possibile atmosfera pericolosa, come può essere la presenza di gas nocivi o la relativa mancanza di ossigeno.

Per operare in ambienti confinati o in spazi confinati, dunque, ai sensi del D.P.R. 177/11, al di là dell’espletamento di adempimenti meramente burocratici, si rivela necessario, al fine di garantire la doverosa sicurezza dei lavoratori, configurare sia una corretta programmazione, sia un’attenta pianificazione di tutte le fasi operative, con particolare riferimento agli interventi in caso di emergenza.

Inoltre, è fondamentale prevedere un’adeguata attività d’informazione e formazione di tutto il personale (compreso il datore di lavoro), predisporre il possesso di idonei dispositivi di protezione individuale, strumentazioni e attrezzature di lavoro adeguati alla prevenzione dei rischi propri delle attività lavorative in ambienti confinati o sospetti d’inquinamento, nonché il necessario addestramento al loro corretto utilizzo.

GLI ARGOMENTI

  • Definizione di ambiente sospetto di inquinamento o confinato e principali caratteristiche e tipologie.
  • Principi per l’identificazione dei rischi ricorrenti.
  • Obblighi dei soggetti responsabili coinvolti e ruolo del rappresentante del datore di lavoro - committente in merito alla sorveglianza delle attività negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati.
  • Analisi di eventi incidentali accaduti con evidenza degli errori occorsi in fase di pianificazione e gestione delle attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati e individuazione delle misure tecniche/organizzative di prevenzione e protezione.

I DESTINATARI

Per questo seminario, è stato richiesto al CNI il riconoscimento di 6 CFP agli Ingegneri iscritti ai rispettivi ordini. Sono altresì interessati alla formazione anche gli RSPP/ASPP o CSE/CSP, per i quali potranno essere rilasciati 8 Crediti Formativi di aggiornamento, e gli Architetti e Geometri, per i quali potranno essere riconosciuti CFP autocertificabili, previa richiesta all’Ordine o Collegio territoriale.

Il Seminario WHAT WENT WRONG - ANALISI DEGLI INCIDENTI NELLE ATTIVITÀ IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI (DPR 177/2011) è organizzato da EBAFoS Ente Bilaterale Aziendale per la Formazione e la Sicurezza, provider nazionale del C.N.I. per la formazione degli Ingegneri, realizzato con la collaborazione dell'Ordine degli Ingegneri di Milano e UN.A.PR.I. Unione Autonoma Professionisti Italiani.

 

CONSULTA LA LOCANDINA

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

ISCRIVITI