Dispositivi di protezione individuale: UNI 11583

Dispositivi di protezione individuale: UNI 11583

La commissione tecnica Sicurezza ha pubblicato, in data 7 maggio 2015, la norma UNI 11583 in relazione alle calzature di sicurezza, di protezione e da lavoro per uso professionale per lavoro su tetti inclinati.

Tale norma specifica i requisiti per le calzature per uso professionale per lavoro su tetti inclinati.

UNI 11583:2015 “Dispositivi di protezione individuale - Calzature di sicurezza, di protezione e da lavoro per uso professionale per lavoro su tetti inclinati”.

Tale disposizione è stata fortemente voluta dalla Sottocommissione 2 DPI della Commissione Sicurezza.

Nello specifico, dal gruppo di lavoro “Stivali e scarpe di protezione”.

La disposizione trae spunto da una similare norma austriaca. Considera, nello specifico, tutte le tipologie previste dalle norme EN (di sicurezza EN ISO 20345; di protezione EN ISO 20346 e da lavoro o occupazionali EN ISO 20347).

LA NORMA.

Dispositivi di protezione individuale: UNI 11583

Sulla base di particolari e specifiche esigenze del mercato, la norma definisce i requisiti che questi tipi di calzature devono avere, per poter essere considerati adatti all’utilizzo su tetti inclinati.

E questo, principalmente attraverso la configurazione di tipo B (calzatura alla caviglia) e C (stivale al polpaccio) della classificazione I (calzature di cuoio o altri materiali escluso gomma e polimerici).

Si specifica che le calzature debbano essere previste senza tacco e con rilievi con particolari dimensioni, al fine di accrescere la resistenza allo scivolamento.

Tale resistenza viene, più precisamente, delineata su suolo di acciaio con soluzione NaLS (coefficiente ≥ 0,38 con scivolamento piano in avanti e ≥ 0,30 con scivolamento piano all’indietro).

Non solo. La disposizione mira ad identificare anche i potenziali requisiti aggiuntivi di tali dispositivi, prendendo in considerazione gli eventuali rischi che si possono incontrare sul luogo di lavoro.I rischi potrebbero riguardare infatti sia le calzature nella sua interezza, che soltanto la suola.

Istruzioni specifiche vengono fornite, infine, anche qualora fossero presenti, all' interno delle calzature, dei plantari estraibili.


Per altre news di UNAPRI clicca qui

I commenti sono chiusi